topolino celebra dante - Topolino

topolino celebra dante

topolino celebra dante

Iniziano i festeggiamenti per i 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta: si comincia con un numero speciale, una ristampa cult, un volume da collezione!

Topolino 3409, in edicola dal 24 marzo, lo “strilla” già in copertina: SPECIALE DANTE ALIGHIERI.

All’interno trovate infatti tanti redazionali a tema: gli appuntamenti che si stanno organizzando in tutta Italia, un super test per scoprire quanto siete… dantologi, un’intervista all’artista Leonardo Frigo che ha disegnato tutto l’Inferno su 33 violini e un violoncello e un’originale interpretazione dei gironi in chiave… Paperon de’ Paperoni.

 

Ma non finisce qui: in via del tutto eccezionale, potete rileggere sul Topo (dove di solito ci sono solo storie inedite) una ristampa cult: quella di Messer Papero e il Ghibellin Fuggiasco, sceneggiata da Guido Martina e disegnata da Giovan Battista Carpi, pubblicata per la prima volta nel 1983, e parte della saga di Messer Papero.

Dante entra nelle pagine del fumetto grazie a un incontro particolare con un “presunto” antenato di Zio Paperone, Messer Papero de’ Paperi. L’occasione di una trasferta a Firenze ispira proprio lo Zione a raccontare questa storia a Paperino, per un viaggio nel tempo tra guelfi e ghibellini (e immancabili equivoci).

E se dopo aver letto questo episodio, voleste avere tra le mani l’intera vicenda, ecco il volume La Saga di Messer Papero e Ser Paperone, disponibile in fumetteria e su Panini.it.

I protagonisti – rigorosamente in costume – viaggeranno per la Toscana in cerca di fortuna, e sulla loro strada incontreranno, oltre Dante, celebri personaggi della storia e della letteratura Italiana, come Lorenzo il Magnifico e il conte Ugolino. Il volume è arricchito dagli approfondimenti che illustrano il contesto storico del XIV e XV secolo in cui si svolge la storia ed è caratterizzato da una cover in cartonato telato, impreziosita da rifiniture dorate.

Ma non finisce qui: stiamo preparando tanti nuovi appuntamenti danteschi per l’autunno, quando per esempio verrà pubblicata una “versione definitiva” del celebre ”Inferno di Topolino” di Guido Martina e Angelo Bioletto, un’edizione in formato extra large, ricca di inediti e omaggi di vari disegnatori, per l’occasione completamente restaurata e ricolorata da Fabio Celoni e Luca Merli.

Ricordate: “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”… anche a fumetti!

Condividi con un amico: