Federico Buratti – Topolino
Federico Buratti – Topolino

Federico Buratti

sceneggiatore
Federico Buratti
nome

Federico Buratti

città

Milano

esordio

“Gambadilegno e la dieta coatta” pubblicata su Topolino n. 3037

segni particolari

Una rosa all’occhiello!

Completamente analfabeta fin dalla nascita, Federico ce la mette tutta per rimanere tale, ma i suoi genitori, nel tentativo disperato di dargli un’istruzione, lo spediscono in vacanza-studio a Paperopoli, per seguire le lezioni del grande Pico De Paperis, l’unico che possa scuoterlo dal suo torpore.
In breve le sconfinate conoscenze del nuovo maestro fanno breccia nel suo cervello: in due giorni Federico prende tutte le lauree possibili e, non avendo più niente da fare, decide bighellonare un po’ per la città. Al parco di Paperopoli, mentre sta mangiando un gelato, fa la conoscenza di Paperino e Paperoga, che, inseguiti da Paperon de’ Paperoni, si nascondono proprio sotto la sua panchina. I tre diventano subito amici inseparabili.
Purtroppo la vacanza finisce. Sull’aereo di ritorno Federico si trova seduto accanto a uno strano tipo di nome Macchia Nera, che dirotta l’aereo su Topolinia e lo prende come ostaggio. Per fortuna viene liberato da Topolino e Pippo, coi quali scatta una simpatia immediata, tanto che tutti e tre decidono di partire per una settima di pesca e relax al lago. Ovviamente Macchia Nera finisce in prigione.
Quando Federico alla fine torna a casa, i suoi genitori lo accolgono con una fumante teglia di lasagne al pesto.
Possiamo dire con serenità che Federico non ha mai inventato una storia che sia una… tutti i soggetti che ha proposto alla redazione non sono altro che la semplice trascrizione dei racconti verissimi fattigli dalla viva voce di Paperino, Topolino e compagnia, che ogni anno Federico torna a trovare per le vacanze.