operazione paperdollari! – Topolino
operazione paperdollari! – Topolino

operazione paperdollari!

operazione paperdollari!

Le banconote di Paperopoli sono… in edicola!
10 personaggi per 10 opere disneyane tutte da collezionare, nello speciale raccoglitore!

Topolino 3346 è in edicola dall’8 gennaio anche in “edizione speciale” a 5 euro con la mitica banconota di Rockerduck, la prima delle dieci dedicate alla famiglia dei Paperi disegnate da Stefano Zanchi, e l’esclusivo contenitore, decorato con l’elegante skyline di Paperopoli.
Nelle prossime settimane con Topolino e con altre pubblicazioni disneyane troverete in omaggio tutte le altre cartamonete: con Paperone (a cui è corrisponde il mitico Fantastiliardo!), Archimede, Qui Quo e Qua, Gastone, Paperino, Paperina, Paperoga, Nonna Papera e Brigitta. Ecco qua tutte le uscite in programma:

Su Topolino 3346 trovate anche un’approfondita intervista al disegnatore Stefano Zanchi, che ha fatto un mega lavorone di studio, ricerca e realizzazione prima di arrivare al “definitivo”. Ecco un’anticipazione…

 

Sul retro delle banconote le testine dei personaggi sono “a specchio”. Rendere simmetrici i volti non è un dettaglio tecnico da poco…

«Mi sono ispirato a Leonardo da Vinci, uno dei primi artisti a parlare del problema della simmetria nei disegni e di come risolvere eventuali errori.

“Devi tenere uno specchio piano, e spesso riguardarvi dentro l’opera tua, la quale lí sarà veduta per lo contrario, e ti parrà di mano d’altro maestro, e giudicherai meglio gli errori tuoi che altrimenti”

Quindi, guardando il proprio disegno specchiato l’immagine ribaltata non sembra più la stessa. Sembra quasi disegnata da un altra persona. È identica, ma allo stesso tempo completamente diversa.  Questa cosa dovrebbe dipendere dai nostri due emisferi cerebrali ma per maggiori dettagli sarebbe meglio chiedere a Pico de Paperis!».

 

Una volta approvati i bozzetti con i personaggi, ti sei occupato di grafismi, fondi … e pannocchie?

«Esatto! Mi sono messo a lavorare sullo stile grafico, cercando un impatto visivo di facile lettura, che non fosse povero di decori e fregi proprio come nelle banconote vere. La parte più difficile è stata la realizzazione del logo centrale con i volti. Non volevo un effetto piatto così ho deciso di tornare alle origini di Paperopoli, a Cornelius Coot e alle sue pannocchie! Ecco, quelle che vedete sulle banconote sono le stesse pannocchie che tiene in mano la statua del famoso fondatore nel parco di Paperopoli!».

 

Sei contento del risultato?

«Sì e spero che questo lavoro, frutto di risate, disastri e colpi di genio, possa piacere ai lettori di Topolino!».

 

E noi siamo sicuri che vi piacerà tantissimo!

Condividi con un amico: