Graziano Barbaro – Topolino
Graziano Barbaro – Topolino

Graziano Barbaro

disegnatore
Graziano Barbaro
nome

Graziano Barbaro

città

Bergamo

esordio

"Tip e Tap e i misteri in soffitta" (Topolino n.2208)

segni particolari

lo trovate in giro anche sotto lo pseudonimo di Barboonist: è sempre lui sotto mentite spoglie, ma senza superpoteri.

Nasce a Bergamo il 4 agosto del 1975. Dopo un apprendistato all’asilo con una gang di disegnatori dal moccio facile, dall’età di sei anni crea fumetti, tutt’ora inediti, di robottoni giapponesi, pantere rose, braccidiferro, tutti rigorosamente nelle stesse storie e, rigorosamente, sui quaderni adibiti ai compiti di aritmetica e grammatica.
Sempre a sei anni scopre Topolino su un viaggio in aereo, se ne innamora e si inventa presto la sua versione delle parodie Disney di film di libri o di film che vede al cinema, che non fa vedere a nessuno perché ha troppa vergogna.
Dopo il liceo artistico, decide che vuole fare il fumettista e incontra il suo maestro Giovan Battista Carpi, che lo trascina per le orecchie in Accademia Disney, dove finalmente imparerà a non mescolare robot e paperi o topi, sotto la supervisione di Alessandro Barbucci.
Lavora inoltre come free lance per lo studio di animazione Cicciotun s.r.l. di Milano, come animatore e creatore di character design. Ha disegnato storie a fumetti per Diario della Settimana, Medici senza Frontiere, Soleil/Freebooks etc.etc.