Login >

L'avatar di

superfra

Fumetti

Qui, Quo e Qua

Nome:

Qui, Quo e Qua (in inglese Huey, Dewey and Louie)

Città:

Paperopoli

Prima apparizione nei fumetti:

nella tavola domenicale di Donald Duck Paperino e i paperotti di Al Taliaferro e Ted Osborne pubblicata sui quotidiani Usa del 17 ottobre 1937.

Segni particolari:

vivaci e intelligenti, ma sempre saggi e altruisti. Spesso vestono i panni delle GM, le Giovani Marmotte, l'equivalente paperopolese dei boy scouts.

Descrizione

Quando nel cortometraggio Donald's nephews, Paperino riceve la prima visita dei nipotini, non si aspetta certo di trovarsi davanti a tre scatenati demonietti. Malgrado i suoi sforzi per educarli, seguendo alla lettera un manuale di psicologia infantile, i tre rimangono monelli, per giunta un po' malevoli. Figuriamoci la sua sorpresa nel vederseli successivamente piombare in casa, annunciati da una lettera di sua sorella Della. Dato che i tre hanno fatto scoppiare un petardo dietro il divano del loro povero paparino, per un certo periodo dovranno andare ad abitare a Paperopoli dallo zio Paperino! Tutto questo avveniva in una tavola domenicale, ma da quel giorno i tre non hanno più voluto staccarsi da lui, iniziando con il loro zietto una convivenza a dir poco esilarante. Sia nei cortometraggi del periodo come Donald's Off Day o Soup's On sia nei fumetti di Al Taliaferro e di Carl Barks ci vengono raccontate le loro leggendarie schermaglie che vedono spesso Paperino farci una magra figura.

È grazie all'ingresso nel glorioso corpo delle Giovani Marmotte che Qui, Quo e Qua si danno una bella calmata e iniziano a evolvere in maniera più positiva. I tre paperotti pestiferi trovano finalmente uno scopo e si trasformano in un terzetto di ragazzini responsabili, capaci di accompagnare in ogni avventura i loro zii, aiutandoli se necessario e dimostrandosi assai più assennati di loro! Nelle apparizioni televisive in serie quali DuckTales, Mickey Mouse Works o Quack Pack (in cui viene mostrato come saranno da adolescenti) si è cercato di conciliare queste due caratterizzazioni, mostrando i nipotini perfettamente capaci di ragionare in maniera matura, senza però perdere un briciolo della loro leggendaria vivacità. Una curiosità: Qui è quello rosso, Quo quello blu, Qua quello verde. Non confondiamoli, che poi si offendono!

Prima apparizione sullo schermo: nel cortometraggio Donald’s nephews diretto da Jack King e scritto da Carl Barks dell’aprile del 1938.

171
Chiedilo al topo
scrivici

PPaper8, Email

Cari Qui, Quo e Qua,

Sono innamorato di una ragazza in segreto! La mia classe già lo sa, ma io nego perché sono molto timido... Che cosa faccio?

Caro Paper8, se lo sa tutta tua classe lo sa anche lei, fidati. E ti capiamo: è durissima, se si è timidi. Per cominciare, potresti NON negare. Quando ti dicono che la tipa ti piace, invece di strillare “Non è vero! Non è vero!” rispondi con frasi vaghe tipo “Chissà...” oppure “Oh, be’...” Oppure parla tranquillamente in timidese: “Ergh... be’... sai... ecco...”. Se poi ti troverai faccia a faccia con lei, sarà MOLTO imbarazzante, sì. Quando la incrocerai nel corridoio, sarà inevitabile: diventerai rosso come un semaforo. Ma tu sorridi e dille: “Non aspettare il verde, tu puoi passare lo stesso e arrivare dritta nel mio cuore...” Uhm... è TROPPO imbarazzante, vero? Allora dille “Ehm... io... be’... sai... urgh...” e quando lei dirà “Eh?” spiegale che è  timidese e sta per “mi piaci un sacco”. Vai! Facciamo il tifo per te!

0
Leggi un'altra domanda
416
169

DoubleDuck - Codice Olimpo

Un nuovo importante incarico attende DoubleDuck, reclutato insieme a Kay K per indagare su...

Continua >

Giulio D'Antona

Sceneggiatori

Nato a Milano nel 1984. È superfluo dire che ha avuto un Topolino per le mani ogni singol...

Continua >