Login >

L'avatar di

Fabioematte0

Fumetti

Figus Giorgio

Sceneggiatori

Raro esemplare di sardo-valdostano (da entrambe le componenti ha ereditato la testa particolarmente dura), Giorgio nasce nella fredda e nebbiosa Torino intorno alla fine degli anni ’50.

Desideroso fin da bambino di diventare un autore di fumetti, all’età di 15 anni comincia a stendere le sue prime sceneggiature, che propone alle Edizioni Paoline… senza però essere preso troppo sul serio.

Appassionato del mondo Disney fin da giovanissimo, e in particolar modo di Karl Barks, prova allora con “Topolino”, dopo aver scoperto con enorme sorpresa che le storie più belle sono realizzate direttamente in Italia, nella redazione di Milano.

Lì un burbero caporedattore con la barbetta non solo non lo ha messo alla porta, ma gli ha anche approvato la sua prima sceneggiatura, “Zio Paperone e il carro ittita”,

Da allora non è più riuscito a smettere. È appassionato di fantascienza e di fantasy, fra le storie più belle ama rammentare il ciclo della “Rocciafiamma”, “Papercelsius 154”, “Paperino e il Soffio Scarlatto” e molte “Storie della P.I.A.”,

A dispetto dei suoi antenati sardi ama molto le montagne. Soprattutto quelle della Valle d’Aosta, e infatti da quelle parti sono nate le idee per molte delle sue storie.

  • NOME: Giorgio Figus
  • CITTÀ: Torino
  • PRIMA APPARIZIONE: “Zio Paperone e il carro ittita” pubblicata sul Topolino 1377
  • SEGNI PARTICOLARI: Ha continuato la serie della P.I.A., riprendendone l’impianto originale e arricchendola con nuovi personaggi e situazioni
trudy42
0
3

Trudy

UN INVITO È SOLTANTO UN INVITO… O NO?

A Topolinia è esplosa la mania di spedire INVITI identici ad antichi papiri egiziani, scritti a man...