Login >

L'avatar di

snaporaz

Fumetti

Archimede Pitagorico

Nome:

Archimede Pitagorico (in inglese Gyro Gearloose)

Città:

Paperopoli

Prima apparizione nei fumetti:

nella storia Gladstone's terrible secret (Paperino e l’amuleto del cugino Gastone) di Carl Barks del 1952.

Segni particolari:

è un “papero da laboratorio” che trascorre ore nella sua officina. Straordinariamente intelligente e creativo, sprizza sempre energia positiva e non esita ad aiutare gli amici quando hanno bisogno di lui.

Descrizione

Creato da Cark Barks, Archimede è una vera benedizione per Paperopoli. Genio tuttofare e inventore di ogni cosa, Archi è infatti il fornitore ufficiale di tecnologia di Paperinik e zio Paperone: due "cittadini" un po' fuori dal comune! Aiutato dal robottino Edi, che lui stesso ha costruito, Archimede passa le giornate in laboratorio, dedicandosi anima e corpo alla sua passione, cercando nuovi modi per fare di questo mondo un posto migliore. Benché a prima vista possa sembrare distratto e un po' disadattato, il buon vecchio Archimede possiede in realtà le doti che tutti dovrebbero avere: semplice e genuino, è capace di farsi in quattro per un amico, lavorando anche gratis se necessario. Forse è proprio qui che sta la vera genialità di Archi: se ci comportassimo tutti come lui, il mondo sarebbe davvero un posto migliore!


131
Chiedilo al topo
scrivici

Andretopo, Email

Caro Archimede

come faccio a a memorizzare una poesia senza studiarla?

Impossibile, a meno che sia brevissima. Forse potresti studiare le poesie del grande Nico Laconico, il poeta stringato. Eccone una: "Amo l'amo e ciò facilmente mi riesce perché non sono un pesce". O quelle di Mario Rima, ancora più corte. Eccone tre: "Tanto quanto", "Salto alto", "Mio zio". Il famoso poeta Ovvio Pacifico ha poi recentemente scritto un libro intitolato "Poesie che sai già", che quindi non devi studiare, tipo l'indimenticabile "Trallalerotrallallà! Paraponziponzipà!". Però, senti questa: Meriggiare pallido e assorto / presso un rovente muro d’orto,/ ascoltare tra i pruni e gli sterpi / schiocchi di merli, frusci di serpi. Bella, vero? E' di Eugenio Montale: poche parole e sembra che sia tornata l'estate... Le poesie sono magiche, sai, e vale la pena studiarle. Del resto è d'accordo anche Mario Rima: "Dai dai" "Studia studia".

25
Leggi un'altra domanda
405
165

DoubleDuck - Codice Olimpo

Un nuovo importante incarico attende DoubleDuck, reclutato insieme a Kay K per indagare su...

Continua >

Roberto Moscato

Sceneggiatori

Roberto Moscato è nato a Pisa, ma vive a Catania dall’età di undici anni. Impara a leg...

Continua >